La correzione del testo

Editor e correttore di bozze

Cari autori, come vi accennavo nell’articolo su Come pubblicare un romanzo, prima di inviare il proprio manoscritto (o meglio, dattiloscritto), è importantissimo revisionare il testo. Molto spesso accade che un autore, soprattutto se alle prime armi, mandi il proprio testo in preda all’emozione senza dare troppo peso alle varie correzioni. Il problema è che un editore riceve centinaia di richieste e non può leggere sempre tutto. Pertanto, se troverà svariati errori già nella prima pagina del vostro testo, ahimè, quasi sicuramente boccerà l’intero manoscritto. Il vostro libro è frutto di impegno e dedizione, non potete aspettarvi di essere presi sul serio se neppure voi date peso alla correttezza del vostro stesso testo.

In questo articolo parleremo di:

  • quali sono gli errori commessi dagli autori
  • chi sono le figure responsabili della correzione del testo
  • cosa fanno e… rullo di tamburi… quanto costano?!

Gli ERRORI!

Tasto dolente per tutti noi. Ci perseguitano da quando eravamo piccoli. Alla consegna dei nostri temi ci sentivamo onnipotenti e pensavamo che nessuno avrebbe mai osato contestare la nostra scrittura. Ma eccoli, gli errori, pronti a farci trovare quei terribili segni rossi sul nostro amatissimo testo. Ne esistono di diversi tipi: grammaticale, ortografico, lessicale, sintattico, semantico, morfologico, morfosintattico e fonosintattico. Insomma, il rischio è veramente alto! Per questo motivo sono indispensabili dei professionisti pronti a sconfiggere questi mostri.

CHI CORREGGE IL TESTO?

Le figure preposte alla correzione di un testo sono sostanzialmente due: l’editor e il correttore di bozze.

Editor

L’editor è una figura interna o esterna alla casa editrice. Nel mio caso era interno alla Brè Edizioni, quindi sono stata seguita direttamente da loro dall’inizio alla fine del percorso di pubblicazione. In linea generica però l’ideale sarebbe presentarsi all’editore con un dattiloscritto già pronto per essere pubblicato, o quasi. Le figure che lavorano all’interno di una CE coprono diversi ruoli a seconda della grandezza della stessa. Tendenzialmente però, un editor si occupa di individuare eventuali falle nel testo, incongruenze, errori nella struttura, controlla che i personaggi siano ben caratterizzati (e che non cambino nome tra una pagina e l’altra… già). Si tratta non solo di correggere tutta la struttura che sta alla base del testo, ma anche di guidare l’autore verso il miglioramento dello stesso. Attenzione però, l’editor non deve scrivere al posto vostro, deve solo accompagnarvi lungo questo percorso di revisione. Vi darà i dovuti consigli per correggere tutto ciò che riguarda il contenuto della storia e dei dialoghi.

Vi faccio un esempio: un autore potrebbe aver deciso di sviluppare la propria storia in piena estate, in un luogo caldo. Ecco che a un certo punto ci troviamo di fronte a della neve. Ora, a meno che voi non stiate narrando di strani eventi atmosferici, è molto probabile che vi siate semplicemente dimenticati di aver scelto un periodo estivo. Ecco che l’editor corre in vostro soccorso facendovi notare tutte le incongruenze presenti nel testo.

Insomma, sarà la vostra guida per tutto ciò che concerna la revisione e la riscrittura del testo. Potrebbe suggerirvi tagli, aggiunte, modifiche. Poi sarete voi a riscrivere concretamente il testo. La vostra guida non è un co-autore, siete voi a dover mettere in pratica i consigli dell’editor. Il ruolo dell’editor non è scontato, deve capire l’autore e immedesimarsi nel suo stile di scrittura, impegnandosi a renderlo idoneo alla pubblicazione.

Costo del servizio

Tipicamente il costo si aggira intorno ai 3-6 euro a cartella.

Correttore di bozze

Dopo aver editato il testo, si passa alla correzione della bozza. Il correttore di bozze è una persona scrupolosa, attenta al dettaglio. Va a caccia di tutti quei refusi che quasi sicuramente sfuggiranno all’occhio dell’autore. Parliamo di errori ortografici e di battitura, nonché di formattazione del testo (grassetto, lettere maiuscole, spazi superflui etc.). Sostanzialmente, non si occupa di tutto ciò che compete all’editor. I ruoli sono diversi, sebbene in alcune realtà si sovrappongano. Il correttore di bozze deve rileggere il testo più volte, andando a caccia di spazi superflui, doppie mancanti, refusi etc.

È un lavoro che richiede un’estrema capacità di analisi approfondita e tanta, tantissima pazienza.

Vi faccio un esempio: il nostro cervello è in grado di cogliere il senso di una parola anche se le lettere che la compongono sono scritte in un ordine sbagliato, l’importante è che l’iniziale e la finale siano giuste. Questo fa sì che un autore cada spesso nella trappola della svista. Un correttore di bozze è tenuto a leggere lentamente, attentamente e più volte il vostro testo, andando a ovviare a tutti questi problemi.

Il correttore di bozze è molto valido non solo per i romanzi, è un servizio utile a tutti i tipi di testi, dall’articolo scientifico a una tesi di laurea. Ricordatevi sempre che a nessuno piace trovare refusi in giro per un testo.

Costo del servizio

Il costo di questo servizio si aggira intorno ai 2 euro a cartella.

Al termine di queste revisioni, siete pronti per inviare il vostro dattiloscritto a una casa editrice. Vi potranno aiutare i consigli riportati nei seguenti articoli:

Come pubblicare un romanzo

Come approcciarsi a una casa editrice

Condividi questo articolo sui social
No Comments

Post A Comment